Giornata Internazionale della Danza

In questo giorno del 1727 nacque il ballerino e coreografo francese Jean-Georges Noverre. Può darsi che, con questo nome, non ti dica nulla, ma è considerato il padre del balletto moderno ed è per questo che, in sua memoria, ogni 29 aprile si celebra la Giornata Internazionale della Danza. In Danza Classica No Under 40 non potrebbe essere da meno.

Poiché gran parte della danza classica è anche teoria e cultura, vorrei approfittare di una data così importante per raccontarti qualcosa in più sulla danza stessa. La danza, di per sé, è difficile da datare perché è sempre stata qualcosa di intrinseco alle persone, come un modo in più per esprimere noi stessi e le nostre emozioni. Quello che sappiamo è che fu nel 1661 e in Francia che fu creata la prima accademia riconosciuta a livello internazionale, La Académie Ópera di Paris. Non è un caso che la lingua del balletto sia il francese ed è per questo che cerco sempre di trasmetterne il vocabolario e il significato originale per poi aiutare le allieve nell’esecuzione con delle metafore. Se ci pensi, è un modo in più per arricchirci.

Ad oggi, logicamente, ci sono altre accademie che sono riuscite a conquistare una posizione importante nel settore. Parliamo della Bolshoi Ballet Academy, della Vaganova Ballet Academy (entrambe russe), della Royal Ballet School (dal Regno Unito), della School of American Ballet e della Dance School dell’Opera di Parigi.

Oltre alla mia esauriente formazione presso l’Accademia di danza cubana da quando avevo 8 anni, volevo continuare a migliorare ed è così che sono arrivata ai primi due che ti ho menzionato. Senza dubbio, un’esperienza indimenticabile che ha aggiunto solo aspetti positivi alla mia già lunga carriera di ballerina professionista.

Metodologie per l’apprendimento della danza classica

Sebbene a molte persone piaccia il balletto e apprezzino questo tipo di spettacolo, la verità è che pochi si prendono la briga di andare un po’ oltre. Ad esempio, alla domanda su quante metodologie esistono per imparare il balletto classico, quale sarebbe la tua risposta?

Attualmente ce ne sono diverse ma possiamo dire che le più notevoli sono la Vagánova (russo), la RAD (o la Royal Academy of Dance, che è inglese), l’École Française, la Scuola cubana e Balanchine (nordamericano). Questi sono considerati i grandi classici e, da qualche anno, potremmo ben aggiungere la metodologia da me creata, unica al mondo e pensata appositamente per le donne dai 40 anni in su, che ho coniato ‘Danza Classica No Under 40‘.

Nel mio ultimo libro, che è un bestseller, ti parlo in modo molto dettagliato di come è nata questa metodologia. Ti invito a scaricarlo qui gratuitamente nella sua versione digitale (in cartaceo lo trovi su Amazon). In esso scoprirai anche i segreti del balletto, la mia storia, la mentalità giusta per avvicinarti a questa arte, i tabù e le false credenze che la società ha costruito per farti pensare che l’eta, il corpo o alcune caratteristiche fisiche ti impediscano di danzare.

Come celebrare la Giornata Internazionale della Danza

Promuovo sempre l’andare a teatro, vedere spettacoli, godere con i balletti. Hanno così tanto da dirci! In ognuno di essi ci sono storie incredibili con le quali imparare molte cose ed emozionarti.

In effetti, è una delle parti cruciali del mio metodo. La sbarra a terra è compresa come preparazione, la sbarra è essenziale, ma anche il repertorio classico. Qui le allieve possono avere mille vite ed essere Carmen, Cleopatra, Odile, Kitri…

Per rendere ancora più completa la festa della Giornata Internazionale della Danza, io stessa ho deciso di partecipare con un regalo unico per arrivare con questa arte a nuove donne che vogliano iniziare un camino di trasformazione e potranno farlo con delle Open class gratuite.

Non c’è nulla da temere perché la metodologia di Danza Classica No Under 40 ha 3 pilastri importanti: è una metodologia unica pensata per le donne sopra i 40 anni; è una metodologia che fornisce i benefici della danza classica senza mettere a rischio chi la pratica; insegna alla donna a non smettere di sognare, a uscire dalla zona di comfort, a prendersi cura in prima persona di se stessa con finalmente una metodologia su misura.

Buona Giornata Internazionale della Danza!

condividilo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Lascia un commento

Potrebbero interessarti...

Blog

Danza Classica – Balletti Famosi: Carmen

Poco più di un mese fa ho iniziato con questa sezione sui balletti più famosi. L’ho fatto con ‘Il lago dei cigni‘ perché, secondo me, …

Leggi l'articolo →
Blog

Come avere un corpo da ballerina

Quando ho iniziato il mio viaggio nella danza classica ero solo una ragazzina e, logicamente, non pensavo a cose come avere il corpo di una …

Leggi l'articolo →
Blog

Come è nato Mobility & Flexibility

Certe cose accadono per caso. Quando è scoppiata la pandemia di Covid, non potevo immaginare che questo mi avrebbe portato a creare classi incentrate su …

Leggi l'articolo →